Si chiude il FUSCALDO DIATONIC FESTIVAL Il direttore Artistico Antonio Grosso e Calabriasona soddisfatti di questa tre giorni sull’organetto

VALENTINA BALISTRERI PROTAGONISTA DEL #OGGIPROTAGONISTITOUR DELL’AGENZIA NAZIONALE GIOVANI A BORDO DI UN TRUCK
29 Giugno 2019

Si chiude il FUSCALDO DIATONIC FESTIVAL Il direttore Artistico Antonio Grosso e Calabriasona soddisfatti di questa tre giorni sull’organetto

Si chiude il FUSCALDO DIATONIC FESTIVAL

Il direttore Artistico Antonio Grosso e Calabriasona soddisfatti di questa tre giorni sull’organetto

 Vince il contest Francesco Giannini di Santa Caterina sullo Ionio (CZ)

 

Si è conclusa la tre giorni dedicata all’organetto, un festival che è un’assoluta novità nel panorama non solo calabrese, ma anche nazionale.

Il Diatonic Festival, arrivato alla terza Edizione, è organizzato da Calabria Sona e il Comune di Fuscaldo con la direzione artistica del maestro Antonio Grosso.

Un festival dedicato all’organetto con concerti, masterclass, corsi, esposizioni che hanno visto protagonista lo strumento “principe” della tradizione popolare calabrese.

L’idea parte dall’intenzione di valorizzare uno strumento con una grande storia e tradizione che trova humus nella nostra terra, affiancati da uno dei più grandi esponenti dello studio e dell’utilizzo dell’organetto diatonico, il maestro Grosso, che con i suoi tanti progetti musicali e con i suoi numerosi allievi, è un punto di riferimento in questo settore in tutta Italia.

Il festival quest’anno ha potuto contare sulla partnership con il Comune di Fuscaldo, fortemente voluta dall’assessore Paolo Fuscaldo.

La novità del 2019 è stata l’inserimento di un festival-contest musicale popolare con il coinvolgimento di gruppi calabresi (e non) che con l’organetto o la fisarmonica come strumento “principe” delle loro performance hanno dato un contributo unico a tutta la manifestazione. E’ stata coinvolta una giuria di esperti, discografici e giornalisti che ha decretato il vincitore!

Il contest con il “cuore” a forma di organetto, è stato vinto da Francesco Giannini e la sua band di Santa Caterina sullo Ionio (CZ). Francesco Giannini ha esordito con alcuni brani famosi: I Saracini, A prima vota, Sulu pe ‘ttia, A principessa do pajisi, Milli stori, Veru amuri. Giannini vive a Santa Caterina allo Jonio e lavora ormai da anni nel settore musicale: dopo aver studiato chitarra all’Istituto Musicale P.I. Tchaikovsky, con il suo nuovo progetto voce, chitarra, organetto e lira, compone brani inediti, e rielabora brani appartenenti alla tradizione.

Nell’estate 2018 esce il nuovo brano e videoclip ” Na Giuvaneda”, riscuotendo grande successo sia sul web che su tutte le piazze calabresi. In questi giorni esce il suo primo lavoro discografico da solista dal titolo “Milli Storii”

Hanno partecipato al contest:

SUONI LONTANI – BALANOO – TIRA TARANTA – IVANO DE SIMONE (Campania) – TARANTULATI folkdance – FRANCESCO GULLO

Domenica i ragazzi partecipanti, giovani e meno giovani, hanno potuto passare un’intera giornata con i maestri Ciccio Nucera – Antonio Grosso – Massimiliano Felice che hanno tenuto una Master Class esibendosi poi durante la serata. Ospite speciale la straordinaria artista slovena Breda Gubler.

Appuntamento al prossimo anno con l’unico festival dell’organetto pensato per sviluppare una serie di iniziative nazionali e internazionali e dare lustro a questo strumento.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *