LA CALABRIA CHE SUONA A RITMO DELLA MUSICA DAL MONDO CON BABA E DJANE SISSOKO E MASSIMO GARRITANO

ANNA STRATIGO’ E IL MONDO ARBERESH PROTAGONISTI DEL FORMAT “LA CALABRIA CHE SUONA”
6 Aprile 2021
E’ USCITO ANTICHE FORZE DI BIAGIO ACCARDI
14 Aprile 2021

LA CALABRIA CHE SUONA A RITMO DELLA MUSICA DAL MONDO CON BABA E DJANE SISSOKO E MASSIMO GARRITANO

Proseguono le interviste curate da Checco Pallone per il progetto promosso da Calabria Sona

 

Continua il viaggio alla scoperta degli artisti più rilevanti del panorama musicale regionale attraverso le interviste a tu per tu de “La Calabria che suona. Storie di musici e dintorni”. Il format, diffuso sui canali del circuito Calabria Sona, proporrà per questa settimana un’incursione nella musica dal mondo e nel jazz con Babà Sissoko, Djane Sissoko e Massimo Garritano, testimoni delle contaminazioni e delle interazioni di generi e culture diverse che vedono nella Calabria il proprio centro nevralgico.

Babà Sissoko è maestro indiscusso del Tamani, che ha imparato a suonare durante la sua infanzia, ed eccelso polistrumentista fortemente legato alla tradizione del Mali. Un artista calabrese d’adozione che ama integrare alle melodie ed ai ritmi propri della tradizione musicale del Mali le sonorità del jazz e del blues, creando un fantastico e originale effetto musicale. Baba abita in Calabria da oltre 25 anni, dove ha trovato non solo l’amore, ma anche un grande fermento artistico, tanto da sceglierla come propria residenza. In Calabria è nata anche la sua figlia d’arte: Djana Sissoko, 21enne di Cosenza, attualmente allieva di Conservatorio nel corso di “Canto Jazz”. Grazie all’incontro della sua famiglia in Mali, Djana ha imparato le vocalità tipiche della cultura musicale da cui derivano il Blues ed il Soul.

Già nel 2019 ha visto la luce il suo primo album da solista dal titolo “By my own”. Protagonista della puntata anche Massimo Garritano, chitarrista eclettico e compositore dalle mille sfaccettature, che ha accompagnato la voce di Djana nel suo ultimo disco. Da qualche anno, ha focalizzato la propria attenzione sulla chitarra acustica con la quale continua la ricerca e la sperimentazione avvalendosi dell’uso di effetti a pedale per ricreare originali tappeti sonori. Nel gennaio scorso è uscito il suo nuovo disco intitolato “Freefolk – Songs & Instant Compositions”.

Con questa nuova intervista, “La Calabria che suona” offrirà una finestra di caratura nazionale e internazionale al patrimonio umano e artistico di cui è ricca la nostra regione e che merita di essere maggiormente valorizzato. 

E’ possibile rivedere tutte le puntate del format, curato dal maestro Checco
Pallone insieme a Giuseppe Marasco, sul canale YouTube di Calabria Sona.   https://youtu.be/4YwyeDO_-iU  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *