FABIO CURTO tra Finalisti di MUSICULTURA 2020

Calabria Sona lancia il secondo ciclo di appuntamenti: Concerti Lontani per Stare vicini! #iosuonodacasa Nuovi appuntamenti dal 18 Marzo
18 Marzo 2020

FABIO CURTO tra Finalisti di MUSICULTURA 2020

FABIO CURTO tra Finalisti di MUSICULTURA 2020
dal 6 Aprile il brano “Domenica” su Rai Radio1

Sono stati ufficializza i nomi dei 16 artisti finalisti della XXXI edizione (2020) del festival della canzone popolare e d’autore italiana, il concorso che dal 1990 contribuisce attivamente al ricambio artistico-generazionale della canzone di qualità nazionale.

In questo periodo di grande incertezza per la musica dal vivo è il direttore artistico di Musicultura Ezio Nannipieri a dare un segno di vitalità al settore annunciando che, con la dovuta prudenza e pazienza, la musica va avan

ti e il festival non si ferma e grazie ai finalisti “possiamo goderci un antipasto di belle canzoni che profumano di fresco e di buono”.

Fabio Curto arriva in finale con la canzone DOMENICA tratta dal suo album “RIVE Vol.1” e dopo una selezione che ha inizialmente coinvolto 800 artisti, tutti autori dei loro brani di elevata qualità artistica. Fabio ha parteci

pato all’ultima audizione a Macerata il 7 Marzo con una formazione acustica e presentando 3 brani del suo vasto repertorio autorale e portando a casa due su due riconoscimenti: il PREMIO DEL PUBBLICO e il PREMIO PER LA MIGLIORE PERFORMANCE della giuria di qualità. Questa esperienza porta un nuovo riconoscimento di grande spessore per il cantautore che ha avuto grande successo popolare grazie alla vittoria su Rai2 di “the Voice” ma che negli ultimi anni si conferma sempre di più songwriter e performer di caratura internazionale e di grand

e qualità. Questa finale assume grande valore dopo la vittoria in un talent. Non è facile, infatti, proporre in certi contesti che rappresentano l’opposto del “mainstream”(come lo sono invece i talent) l’arte di Fabio e bisogna riconoscere all’artista calabrese di proseguire la sua carriera con scelte coraggiose, tanta umiltà e onestà verso la sua musica accettando vittorie ma anche sconfitte.
“Sono molto felice e onorato di essere tra i finalisti di MUSICULTURA, è un festival che seguo e che ammiro da sempre – afferma Fabio Curto – con “Domenica” porterò il mio lato più intimo ed acustico, linea sulla quale sto impostando i miei prossimi progetti discografici”.

Da lunedì 6 aprile Rai Radio 1, la radio ufficiale di Musicultura, prenderà per mano le canzoni finaliste per accompagnarle nelle case degli italiani. Aprirà le danze John Vignola all’interno di Radio 1 Music Club (in onda dalle 15,00). Il conduttore presenterà le canzoni finaliste di Musicultura 2020, al ritmo di una al giorno, dal lunedì al venerdì per tre settimane. Il sabato e la domenica il testimone passerà a Duccio Pasqua, che ritornerà sui cinque brani anticipati da Vignola nei giorni precedenti e approfondirà la conoscenza dei rispettivi autori con interviste ad hoc; il tutto nell’ambito di Radio 1 Musica – L’Italia in diretta (in onda dalle 21,05). Radio 1 valorizzerà inoltre la programmazione con appuntamenti fissi sui suoi social.

FABIO CURTO con “DOMENICA” sarà inserito nel CD/compilation della XXXI edizione di Musicultura mentre la prossima fase del concorso porterà alla designazione degli otto vincitori, di cui due saranno designati dal pubblico di Facebook, i restanti sei vincitori dalle scelte insindacabili del prestigioso Comitato Artistico di Garanzia di Musicultura composto da Brunori Sas, Vasco Rossi, Sandro Veronesi, Claudio Baglioni, Francesca Archibugi, Giorgia, Enzo Avitabile, Enrico Ruggeri, Luca Carboni, Guido Catalano, Carmen Consoli, Simone Cristicchi,

Gaetano Curreri, Frankie hi-nrg mc, Teresa De Sio, Niccolò Fabi, Dacia Maraini, Mariella Nava, Gino Paoli, Ron, Andrea Purgatori, Alessandro Carrera, Ennio Cavalli, Tosca, Paola Turci, Roberto Vecchioni, Willie Peyote. Gli otto vincitori accederanno in estate, all’Arena Sferisterio di Macerata, alle serate finali di Musicultura 2020.

breve Bio di Fabio Curto:
Fabio Curto è un cantautore polistrumentista nato ad Acri (Cs). È stato conosciuto dal grande pubblico nel 2015 grazie alla vittoria del talent show “THE VOICE OF ITALY” di Rai 2 che ne ha messo in risalto la voce particolarmente intensa e la capacità di creare un forte legame emotivo con gli ascoltatori, anche accompagnato unicamente dalla chitarra. L

’attività musicale di Fabio è molto varia e particolare: inizia a comporre già 12 anni e fonda diverse band dal sound originale come L’Etandonné (genere rock italiano) e La Van Guardia, quintetto acustico che sposa lo swing, la rumba e la tradizione Gypsi dei Balcani. Dopo il conseguimento della laurea in Scienze Politiche presso l’Alma Mater Studiorum di Bologna decide di intraprendere l’arte di strada viaggiando

 in gran parte d’Europa, dove si esibisce sia da solo che accompagnato da una band. Successivamente alla vittoria del Talent pubblica un Ep con Universal nel quale sono contenuti i brani eseguiti durante il programma, con l’aggiunta di altri tre originali. Nel 2017 – dopo due anni di attività live – Fabio esce con un nuovo singolo “Via da qua” prodotto da Calabria Sona e “Marasco Comunicazione”, brano che conquista l’interesse di molti intenditori del settore. L’anno seguente firma un contratto discografico con l’etichetta Fonoprint con la quale pubblica l’album “Rive, volume 1” (in collaborazione con CalabriaSona). Quest’ultimo progetto è stato ben accolto dalla critica grazie al suo sound internazionale e lo stile particolare definito poi “DARK BLUES”. Nell’album sono contenuti i singoli “Mi sento in orbita”, “Neve al sole”, “Only you”e “Domenica”. Il talento di Fabio arriva anche oltreoceano: suona al “Pizza Fest Toronto 2018” (Canada) ed è invitato al “ITALIAN NATIONAL BALL 2018” (Australia) in occasione del cinquantennale della manifestazione – dove si esibisce dinnanzi alle autorità e all’Ambasciata Italiana, suscitando anche lì un grande interesse – inoltre ha recentemente suonato come artista principale alla “Carlton Italian Festa 2018” di Melbourne. In aggiunta, è stato chiamato come ospite allo Slaviansky Bazar in Bielorussia insieme a Savage, Riccardo Fogli, Pupo e altri artisti internazionali. Su suolo nazionale è stato scelto come cantante Italiano per lo spettacolo sinfonico “best of Sanremo” al Teatro del Cremlino, accompagnato dalla orchestra filarmonica di Mosca. Tra i riconoscimenti più importanti il “Premio Mia Martini Giovani”, “Premio Stella del Sud” (sezione musica e social) e il “Premio Letterario Nazionale Vincenzo Padula”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *